|
|
|
|
Webcamonica - Oggi il giorno 23 Sep 17 - 09:21:49
I PAESI DELLA VALLE
Darfo Boario Terme  
Breno  
Edolo  
Bienno  

NATURA IN VALLE
Il lago della vacca  
La corna bianca  
Campolaro  

ANNUNCI CAMUNI
Annunci di lavoro  
Annunci immobiliari  
Annunci economici  
EDOLO - A cura di Michela Pianta
APPROFONDIMENTI:

  • La storia di Edolo

  • Attrazioni, ristoranti, sagre e feste

  • Impianti turistici

  • Cosa visitare a Edolo
  • Edolo (Édol, nel dialetto locale) è un paese del territorio alpino di medie dimensioni situato a circa 700 metri di altitudine, all'estremità nord della provincia bresciana, dove l'alta Valle Camonica incontra la Valle di Corteno Golgi e il torrente Ogliolo confluisce nel fiume Oglio.

    Questo splendido paese è una sorta di crocevia fra la strada che porta al Tonale e quella che giunge all'Aprica. L'abitato è coronato dalle vette che sorgono dal ramo orientale delle Orobie, da quelle che appartengono al gruppo dell'Ortles Cevedale, e da alcuni picchi dell'Adamello nordoccidentale. Questi tre massicci hanno caratteristiche geologiche profondamente differenti. Moltissime sono infatti le splendide e ambìte mete alpinistiche che fanno di Edolo un paese così ricco e interessante da un punto di vista paesaggistico. Gli abitanti del comune ( conosciuti come"edolesi") sono circa 4470.

    Il territorio è particolarmente vasto e sviluppato soprattutto in larghezza, da est a ovest. Basti pensare che i comuni confinanti sono addirittura tredici, e che Edolo si estende fino quasi a toccare sia il confine est che quello ovest della Valle Camonica.
    Questo paese offre un clima salubre in tutte le stagioni: gli inverni non sono particolarmente rigidi, e le estati sono piuttosto fresche, così da attirare chiunque voglia fuggire dall'afa che caratterizza tipicamente l'intera zona padana.

    L'etimologia del nome di Edolo ha alcune diverse interpretazioni possibili: quella maggiormente accreditata fa risalire il termine alla voce latina Iduli, che farebbe riferimento al culto dell'Idolo pagano Saturno, ma potrebbe trarre origine anche da Aedulae, che significa "piccolo tempio" e tuttavia non è da escludersi l'ipotesi che Edolo tragga origine da nomi propri di radice germanica quali Edila e Edalus.

    Edolo ha numerosi punti di forza sotto tanti diversi aspetti ed ambiti: in primo luogo il paese è sede di una delle più importanti stazioni della rete ferroviaria Brescia-Darfo-Edolo, ed è dunque senza dubbio un paese tutt'altro che isolato, bensì molto vivace dal punto di vista delle visite e dei viaggi, turistici o lavorativi che siano. La tratta Brescia-Edolo si percorre oggi in poco più di due ore e trenta minuti; In secondo luogo nel 1897 è nata la Edolo la prima società elettrica del paese e, di conseguenza, negli anni Ottanta è stata inaugurata la Centrale Enel, un'eccezionale risorsa dal punto di vista prettamente occupazionale, che ha reso necessaria la costruzione della strada che risale al Monte Colmo, fino a duemila metri di altitudine, ulteriore sintomo della vivacità di scambi, visite e collegamenti che caratterizzano il territorio edolese; In ultima analisi, nel 1996, con l'appoggio e il sostegno delle Amministrazioni provinciale e comunale, della Comunità Montana e del Consorzio BIM, la facoltà di Agraria dell'Università Statale di Milano ha attivato a Edolo il corso di laurea incentrato sulla Valorizzazione e tutela dell'ambiente e del territorio montano, titolo del corso stesso.

    Pertanto, poiché strutturalmente e tradizionalmente aperto e predisposto al passaggio di forestieri e visitatori e all'accoglienza, il comune di Edolo s'impegna giorno dopo giorno a sviluppare quella stessa vocazione turistica che da sempre contraddistingue il suo territorio e anima i suoi abitanti. Moltissime sono le attrattive propriamente turistiche della zona: dalle numerose e splendide vette al lago, dalle terme ai campi da golf e da sci, dalle zone urbane e industriali a quelle puramente paesaggistiche... il ventaglio di opportunità è davvero ampio e variegato! Inoltre numerose opere di restauro e ristrutturazioni stanno favorendo la messa in luce di ciò che rappresenta il patrimonio artistico edolese, caratterizzato da edifici di culto, dimore signorili, abitazioni rurali, rovine, antiche fontane, chiese dai preziosi e pregevoli affreschi, e molto altro.

    É importante evidenziare un particolare di notevole rilievo: parte dello splendido e ricco territorio di Edolo, a cui già è stato fatto riferimento in precedenza, è salvaguardato dal Parco Regionale dell'Adamello e dal Parco Nazionale dello Stelvio. La Valle Camonica ospita in effetti numerosi S.I.C., Siti Natura d'Importanza Comunitaria e Z.P.S., Zone di Protezione Speciale, ovvero aree di elevato valore naturalistico, tutelate con particolare attenzione dalla comunità Europea per la conservazione degli habitat naturali, della fauna e della flora nella regione bio-geografica alpina. Tra questi ben quattro appartengono, almeno in parte, al territorio di Edolo: i Ghiacciai dell'Adamello, i Versanti della Val d'Avio, Monte Piccolo-Monte Colmo, e la Val Rabbia-Val Galinera, tutti situati all'interno dei confini del Parco dell'Adamello, Ente che ne cura la gestione.

    Tre sono le frazioni annesse al comune di Edolo: Cortenedolo, Mù e Vico. Cortenedolo è la piccola frazione di Edolo più prossima al comune di Corteno Golgi; Mù è antichissima, fu luogo di uno dei primi insediamenti abitativi della zona ed è posta di fonte ad Edolo, alla sinistra del fiume Oglio. In passato il paesino era ulteriormente suddiviso in due piccole frazioni a se stanti. C'è poi Vico, situato ad oltre 910 metri di altitudine, a nord-est della frazione di Cortenedolo.


    WEBCAMONICA
     
    INSERISCI IL TUO ANNUNCIO DI LAVORO ANCHE SU CERCOLAVORO.WORK

     

    WebCamonica © Web Vision Srl - P.IVA 03536400983 - Vietata la copia totale o parziale